fbpx

Formaggi tipici regionali: abbinamenti gastronomici originali

formaggi tipici

Formaggi tipici regionali: abbinamenti gastronomici originali

I formaggi tipici regionali sono prodotti pregiati della gastronomia italiana e comporre un tagliere di formaggi – creando giusti abbinamenti – è un’arte.

Se un tempo, il formaggio rappresentava un modo per terminare il pranzo, oggigiorno il formaggio rappresenta una portata principale o un antipasto. I taglieri di formaggio rendono una tavola ricca e il giusto accostamento crea un’esplosione di sapori tutta da gustare.

5 abbinamenti originali per formaggio

Ogni formaggio è solitamente abbinato con pane, frutta o verdura; ma sempre più fantasiosi sono gli accostamenti.

Secondo Dominique Dysher: “Ogni formaggio deve essere accompagnato, a seconda del suo sapore, da frutta fresca, frutta secca, verdure, erbe aromatiche, marmellate di frutta o miele, creando con i formaggi accordi insoliti, ma armoniosi”, niente di più vero. Tanti sono dunque gli ingredienti con cui si possono affiancare i formaggi tipici regionali, dai spazio alla tua creatività creando un connubio di sapori contrastanti ma dal gusto inconfondibile.

Dato che il formaggio è privo di zucchero, potrebbe essere complementare affiancargli qualcosa dal sapore dolce. Più il formaggio è deciso e stagionato più è opportuno scegliere una controparte dolce che si sposa perfettamente con il sapore acidulo del formaggio:

  • Miele: uno degli accompagnamenti più comuni è sicuramente il miele, che è anche il più gustoso e apprezzato dai bambini, i quali gradiscono questo abbinamento soprattutto con il Parmigiano Reggiano D.O.P.. Tuttavia, bisogna stare molto attenti alla scelta del miele, poiché ne esistono diverse tipologie con sfumature di sapore ed intensità diverse: ad esempio, il miele di acacia è da un lato tra i più indicati per i formaggi molto aromatici, dall’altro molto meno per i formaggi freschi di cui copre il sapore;
  • Confetture: il formaggio abbinato alla marmellata è possibile da realizzare solo considerando da un lato la morbidezza e la stagionatura, dall’altro il tipo di  latte utilizzato per il formaggio: da quello vaccino, pecora o caprino. Accompagnare il tagliere con confetture disposte in piccole ciotole, ognuna dotata di un proprio cucchiaino in modo da non confondere i sapori, è non soltanto un’idea creativa e decorativa, ma creerà un’unione di sapori esplosivi. Ad esempio, all’interno di un tagliere originale non potranno mancare i possibili connubi tra: il Pecorino Camomilla e la confettura di pesche, oppure tra il Pecorino Papavero e la confettura di pera.

Oltre a confetture e mieli, il formaggio può essere accompagnato anche da sapori che creano contrasti meno dolci ma ugualmente deliziosi, come:

  • Mostarde: preferibilmente senza conservanti salse deliziose e dal sapore deciso, il contrasto è assicurato.
  • Sottoli: formaggio e sottoli come carciofi, funghi e olive taggiasche sono una delle combinazioni più tradizionali e vincenti.
  • Frutta secca: uno dei sodalizi più comuni è quello tra il formaggio e le noci, ma tutta la frutta secca si sposa a meraviglia con il sapore deciso del formaggio.

Una volta conosciuti i possibili abbinamenti è necessario fare dei piccoli accorgimenti di contorno. Ad accompagnare il vostro tagliere dovrà essere, senza alcun dubbio, un cestino di pane casereccio – tagliato in fette sottili – o in alternativa, crackers e grissini.

Oltre alle confetture e il miele, inoltre, è necessario prestare attenzione alla scelta del vino. Se non puoi affidarti all’esperienza di esperti, ti basterà sapere che è preferibile accostare ad un formaggio molto stagionato un vino rosso ben strutturato; se invece il tagliere è composto da formaggi freschi è bene abbinare a questi un vino profumato e leggero; infine, quando si ha a che fare con formaggi aromatizzati, come ad esempio il Pecorino Fiordaliso, è opportuno optare per vini più particolari come il vino passito, uno Sherry dolce o un muffato.

Consigli per creare un tagliere di formaggi regionali

Se non sei un tipo creativo, o dall’animo sperimentatore e preferisci i consigli di un esperto, ecco dei consigli per creare un tagliere di formaggi eccezionale:

  1. Comporlo con formaggi di varie regioni: per fare in modo che i tuoi invitati assaporino prodotti di diversi tra loro e con contrasti non scontati o ripetitivi;
  2. Considerare il numero delle persone a tavola: ricordati di creare tanti tocchetti per ogni tipologia di formaggio e provenienza in relazione a quanti sono gli invitati;
  3. Servire i formaggi a temperatura ambiente: tirate fuori dal frigo i formaggi almeno un’ora prima di servirli, in modo tale da poterne gustare il reale sapore.
  4. Eliminare la crosta: di solito viene scartata e sarebbe più raffinato servirlo già privo di scorza;
  5. Cerca di dare un tocco di colore: per l’estetica del tuo tagliere, fai in modo che a contrastare il formaggio, siano gli accesi colori delle confetture, o quelli caldi del miele.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.